logo 3 KB 03/1997 Immagine di Rolando LIGUSTRI Ripresa da: Latisana (Ud) Sezione Comete
Cometa Hale-Bopp - 1995 O1

Nell'immagine, ripresa a febbraio, si notano ancora poco le code. In quest'immagine, ripresa con i filtri interferenziali, la coda di ioni, a sinistra, si nota appena; nell'arco di due sole settimane si vedrà molto meglio. Il motivo della costante osservazione di questi astri è proprio dovuto alle loro repentine variazioni di luminosità. Possono diventare molto più luminose proprio come nel caso della Hale-Bopp, oppure diventare quasi invisibili quando si frammenta il nucleo, come nel caso della Tabur. In quest'ultima situazione l'astro tenderÓ a disperderdersi nello spazio interplanetario. Si sono utilizzati due filtri interferenziali: quello che evidenzia l'emissione dell'acqua ionizzata H2O+ (a 620 nm.) e quello per la sottrazione del continuo emesso dalla cometa (a 647 nm.).

Obiettivo da 30 mm.
C.C.D. SETI 245 C
Tempo di integrazione : 60 ? s
Filtri interferenziali : 620 nm. (sottrazione del continuo a 647 nm.)
Elaborato con programma Epoch 2000

Torna a Cometa Hale-Bopp home page
Vai a Fotografia, ccd e ricerca

Torna alla C.AS.T. Home page
Copyright © 1997 by Lucio Furlanetto (Testo) e Rolando Ligustri (Immagine)
Ultimo aggiornamento: 4 febbraio 2000