FASCIA DI EDGEWORTH-KUIPER (EKO-EDGEWORTH-KUIPER OBJECTS)

Tale regione era stata ipotizzata negli anni 50 da G. P. Kuiper e K. E. Edgeworth, ma solamente nel 1992 con la scoperta di 1992 QB1 (successivamente battezzato "Smiley") si Ŕ iniziato ad averne una conferma osservativa. I corpi appartenenti a questa zona vengono collettivamente chiamati KBO - Kuiper Belt Object.

Definizione tratta dall'articolo "Centauri: killer in lista d'attesa?" di Claudio Elidoro, pubblicato su Nuovo Orione n░ 117 - febbraio 2002. Ringraziamo l'autore e l'editore per la gentile concessione.


Nota del webmaster: in realtÓ la definizione corretta dovrebbe essere EKO - Edgeworth Kuiper Objects, in quanto Ŕ stato l'americano Kenneth Essex Edgeworth (1880-1972) a proporla vari anni prima dell'olandese Gerard Peter Kuiper (1905-1973). Negli anni ottanta del XX secolo tale teoria Ŕ stata rispolverata dagli astronomi Fernandez, Duncan, Quinn e Tremaine per cercare di spiegare la provenienza delle comete a corto periodo osservate negli ultimi anni. Si adotta diffusamente la definizione KBO, invece dell'originaria EKO, ma mi pare sia una palese ingiustizia nei confronti dell'astronomo che per primo la propose: a quanto pare le ingiustizie nella scienza sono all'ordine del giorno...


Indice dei termini
Homepage