"Lettera sull'inquinamento luminoso"
Fabrizio Romanello
29 giugno 2006

Vi invito a riflettere sui consumi energetici sempre in crescita ed i conseguenti distacchi di energia elettrica sempre piu' frequenti.

Da anni ormai anche nella nostra regione come in altre d'Italia si lotta contro gli sprechi di illuminazione elettrica ed inquinamento luminoso, ma nessuno sembra ascoltare queste voci.

Lo spropositato abuso di energia elettrica che viene speso per illuminare per intere notti piazzali di parcheggi di centri commerciali completamente vuoti, fari di discoteche che squarciano il cielo, facciate di palazzi e monumenti che restano illuminati per tutta la notte con enormi sprechi di energia, impianti di illuminazione stradale sovradimensionati con la regola del tanto di pi sicuramente meglio.

Attenzione non si vuole con questo discorso ritornare alle candele, ma progettare e sfruttare l'illuminazione privata e pubblica meglio, magari utilizzando proiettori stradali cut-off, o orientando i fari delle facciate meglio, utilizzare tipologie di impianti a regolazione di flusso, con quindi un notevole risparmio di energia utilizzando potenze minori.

Poi mi f ridere la campagna divulgativa di spegnere gli stand-by dei televisori per risparmiare.

Penso sia tempo che l'amministrazione regionale e nazionale si dia una mossa in questo senso, per una vera politica del risparmio energetico , visto che di nuove centrali elettriche non se ne parla.

Romanello P.I. Fabrizio
Direttore dell'Osservatorio Astronomico di Talmassons (UD)


Comunicati | Inquinamento Luminoso | Immagini dell'inquinamento Luminoso | Articoli | Fotografia, ccd e ricerca | Notiziari
Homepage