logo 3 KB 17/11/1998 ore 03.40-03.58 T.U. Immagine di Lorenzo LOVATO Ripresa da: Monteromano (RA) Gruppo Astrofili Antares (Lugo - RA)
27 KB
METEORE LEONIDI
Radiante (17/11)- Ascensione Retta : 10h 08' ; Declinazione : +22
Per gentile concessione dell'autore

Nell'immagine di Lorenzo Lovato del Gruppo Astrofili Antares, si vedono tre luminose meteore appartenenti allo sciame delle "Leonidi", con il radiante situato nella costellazione del Leone, a met strada tra epsilon e gamma Leonis, cio a destra del collo e sotto la testa dell'animale. Esso attivo dal 14 al 20 novembre, ma la maggior parte delle sue meteore si osserva nella notte tra il 17 e il 18 novembre.
Per avere maggiori dettagli andate nella pagina dei tabulati delle meteore. Cliccando l'immagine la ingrandirete a tutta apertura.

Analizzando pi dettagliatamente l'immagine, delle meteore si pu dire che (partendo da sinistra):
la prima meteora appare nelle costellazioni dell'Idra (Hydra) e sembrerebbe partire da un radiante posto a sinistra del collo del Leone, quello che io identifico come L2 (vedete le cartine delle mie osservazioni);
la seconda meteora appare nella costellazione della Macchina Pneumatica (Antlia) (presumo) ed interseca la precedente in L2 (se il trattino effettivamente una traccia meteorica, dato che dovrei analizzare il negativo originale);
la terza meteora appare tra le costellazioni della Bussola (Pixis) e Vela (Vela) e parte dal radiante classico delle Leonidi;
la quarta meteora appare nella costellazione della Poppa (Puppis) ed una Leonide classica;
la quinta meteora appare nella costellazione della Colomba (Colomba) e potrebbe partire dal sub-radiante L3, ma anche dal radiante classico (a causa della distorsione ottica dovuta al grandangolare);
la sesta meteora appare nelle costellazioni dell'Eridano (Eridanus) e sembrerebbe partire dal sub-radiante L1, posto sopra la testa del Leone.

La "nube" che si vede poco sotto la testa dell'Idra, la nuvola dei resti di uno spettacolare bolide esploso parecchi minuti prima della ripresa di quest'immagine.

Nell'immagine ci sono altre meteore meno luminose visibili poco in questa digitalizzazione: una la si osserva a sinistra, proprio sul bordo dell'immagine, nella costellaione del Leone, proprio sopra la delta; sembrerebbe puntare verso il radiante "non ufficiale" che ho identificato come UMA, posto tra il naso e le zampe anteriori dell'Orsa Maggiore. Questo radiante ha generato un notevole numero di meteore, risultando (la notte del 17-18/11/1998) il pi attivo, con 14 corpi, dopo i radianti delle Leonidi.

Quest'immagine ha una dimensione di 800 x 539 pixel; a 16.7 milioni di colori ed occupava originariamente 1,2 MB, qui compressi a 27 KB.

Obiettivo : 16 mm. ; f/2.8
Pellicola : Fuji 800 ISO
Tempo d'esposizione : circa 18 m.

Vai ai Bolidi osservati
Vai agli Sciami meteorici
Vai a Fotografia, ccd e ricerche
Vai ai Testi del CAST
Vai alla CAST Homepage
Copyright © 1998 by Lucio Furlanetto (testo) e by Lorenzo Lovato (immagini)

Pagina caricata in rete: dicembre 1998; ultimo aggiornamento (4): 25 novembre 2000