Congruenza futuri impianti di illuminazione monte
Monviso rispetto a legge Regionale Piemonte 31/00

Giancarlo Gotta
7 maggio 2005

Questo Ŕ il testo della lettera inviata a La Stampa, Repubblica, Torino Cronaca, Leggo, City, Metro, WWF, ProNatura Piemonte, LegaAmbiente nonchŔ alla provincia di Cuneo, con allegate le tre leggi regionali citate ed il logo di Caterpillar per "Mi Illumino di Meno".


Al presidente della Provincia di Cuneo

Oggetto: Congruenza futuri impianti di illuminazione monte Monviso rispetto a legge Regionale Piemonte 31/00.

In relazione alle notizie di stampa relative alla gara di appalto operata dalla ComunitÓ Montana Valli Po, Bronda ed Infernotto finalizzata alla costruzione di un impianto di illuminazione per il monte Monviso gradirei ricevere alcune le seguenti informazioni, mediante comunicazione scritta al mio indirizzo sotto indicato

1) La Legge Regionale n. 16 del 2 luglio 1999 "Testo unico delle leggi sulla montagna" all'articolo 9 assegna alla ComunitÓ Montane Piemontesi l'obbligo di concorrere "nell'ambito della legislazione vigente, alla difesa del suolo ed alla difesa ambientale". La Legge Regionale Piemonte n. 31 del 24 marzo 2000, modificata con Legge Regionale 08/04, stabilisce come obbligo per le province la diffusione dei principi alla base del risparmio energetico e della lotta all' inquinamento luminoso ed ottico, definiti come OGNI forma di illuminazione diretta verso aree che non Ŕ necessario illuminare e come OGNI forma di irradiazione di luce artificiale al di fuori delle aree a cui essa Ŕ funzionalmente dedicata, in particolar modo verso la volta celeste. Gradirei pertanto conoscere quali iniziative di diffusione al pubblico, agli operatori del settore, alle ComunitÓ Montane siano state assunte dalla provincia di Cuneo in ottemperanza agli obblighi di legge

2) La Legge Regionale Piemonte 31/00 sopra citata prevede che ogni provincia piemontese scriva le Linee Guida per l'applicazione della medesima. Gradirei pertanto ricevere copia delle Linee Guida per l'Applicazione della Legge Regionale 31/00, ovvero di ogni altra disposizione, regolamento, atto normativo che interessi l'utilizzo di fasci di luce fissi o rotanti, sorgenti luminose o corpi illuminanti che inviino prevalentemente luce verso l'alto.

3) La Legge Regionale Piemonte 31/00 sopra citata prevede che la sorveglianza per la corretta applicazione della stessa sia esercitata dalle province. Gradirei pertanto sapere con quali procedure e strumentazione tale sorveglianza venga effettuata.

4) Infine gradirei conoscere gli esiti dei controlli prescritti dalla Legge Regionale Piemonte 31/00 sugli impianti di illuminazione destinati al monte Monviso e le motivazioni che portano la provincia di Cuneo a ritenere che essi rispettino la Legge Regionale Piemonte 31/00 nella forma e nella sostanza. Ai sensi di legge, gradirei conoscere il nome del funzionario che curerÓ l'atto amministrativo attinenente a questa richiesta. Ringraziando, porgo distinti saluti.

Giancarlo Gotta
Via Gandolfi 21
15100 - Alessandria
Tel 0131 218429


Comunicati | Inquinamento Luminoso | Articoli | Fotografia, ccd e ricerca | Notiziari
Homepage