logo - 24 KB

Il pi¨ forte chiaro di luna del 1900 ! (C05/99 - 9 dicembre 1999)

Una luna piena eccezionalmente grande e luminosa Ŕ prevista per la notte del 22 (NdR: dicembre) quando, oltre ad essere plenilunio, il nostro satellite si troverÓ al perigeo (1), la Terra sarÓ prossima al perielio (2) e nello stesso giorno si avrÓ il solstizio invernale (3): una coincidenza molto rara avvenuta l'ultima volta 133 anni fa e che non si verificherÓ pi¨ per un altro secolo.

La conseguenza Ŕ una Luna pi¨ grande del 14% (rispetto all'apogeo), pi¨ luminosa di "almeno" il 7% ed altissima in cielo !

Infatti, il perigeo lunare implica una reale vicinanza del nostro satellite e quindi un aumento apparente delle sue dimensioni; il perielio terrestre implica invece una maggior vicinanza della fonte di luce che illuminerÓ la Luna: il Sole, e quindi una maggior luminositÓ intrinseca del nostro satellite.

Il solstizio invernale, infine, comporta -per il nostro emisfero-  la massima altezza possibile sull'orizzonte da parte della Luna piena che sarÓ alta, a mezzanotte, come il Sole a mezzogiorno nel solstizio estivo ! (4)

Per un'altra fortunata coincidenza, la Luna passerÓ molto vicina al punto celeste esattamente opposto a quello dove si troverÓ il Sole (tanto che per poco non si verificherÓ un'eclisse di Luna) risultando quindi illuminata perfettamente in pieno. Ma non Ŕ finita:  ancora un altro effetto si sommerÓ agli altri concorrendo a determinare il pi¨ intenso chiaro di luna per un quarto di millennio.

Si tratta della catarifrangenza naturale del suolo lunare (5), che in questo plenilunio sarÓ particolarmente intensa a causa della grande vicinanza del nostro satellite al punto antisolare.

C'Ŕ chi crede che guidando per strade innevate si potrebbe addirittura fare a meno dei fari dell'automobile e che ci si potrÓ beare di un fantastico panorama notturno, perfettamente illuminato dallo straordinario chiaro di Luna.

1) Perigeo: per un corpo in orbita attorno alla Terra, Ŕ il punto pi¨ vicino al nostro pianeta.
Per la Luna equivale ad una distanza di 357.000 chilometri, contro una distanza media di 384.000 chilometri e una massima (apogeo) di 407.000 Km.

2) Perielio: per un corpo in orbita attorno al Sole Ŕ il punto pi¨ vicino ad esso.
La Terra ha il perielio a 147 milioni di chilometri e l'apogeo a 152 milioni (distanza media 149,6 milioni di chilometri)

3) Il solstizio invernale Ŕ i momento in cui il Sole transita per il punto pi¨ meridionale del suo percorso apparente annuo (lo stesso istante, nell'emisfero australe, Ŕ il solstizio estivo) e quest'anno avviene alle 08:44 ora italiana del 22 dicembre prossimo

4) Prendendo la latitudine di Roma come riferimento (42░ nord), il sole a mezzogiorno Ŕ alto 48░ (= 90░-42░) agli equinozi di primavera e autunno, 71░ (=90░-42░+23░) al solstizio estivo e soli 25░ (=90░-42░-23░) al solstizio invernale (dove 23░ Ŕ il valore dell'inclinazione dell'asse terrestre sull'eclittica).
Il 22 dicembre prossimo avremo quindi il Sole a 25░ dall'orizzonte sud a mezzogiorno e la Luna (piena e splendente) a ben 71░ a mezzanotte (al Nord/Sud questi valori diminuiranno/aumenteranno di circa 3 gradi)

5) Una superficie molto scabra e incoerene (per esempio un terreno arato), rivela proprietÓ di catarifrangenza naturale per cui risulta, se osservata dalla stessa direzione da cui Ŕ illuminata, pi¨ luminosa di quanto non ci si aspetterebbe. Il suolo lunare, sabbioso, produce un effetto simile che causa un eccesso di luminositÓ in concomitanza con i pleniluni, quando il nostro satellite si trova dalla parte opposta al Sole che lo illumina.
Il 22 dicembre la Luna passerÓ vicinissima al punto esattamente opposto al Sole e quindi si avranno le condizioni ideali per una catarifrazione particolarmente intensa.

(Da: Astronomy E-Mail - http://www.members.home.net/abdale/index.html


Vai a I Comunicati SCIS
Vai a Circolo Astrofili Talmassons
Vai a Fotografia, ccd e ricerca
Vai a I Notiziari

Vai alla Home Page del CAST
Per contattarci clicca: Il Circolo Astrofili Talmassons
Testo comunicato: Copyright © 1999 by SCIS