logo 3KB 14/06/2009
06:14:39 T.U.
Immagine di
Liborio RIBAUDO
Ripresa da
Padova (Pd)
Sezione
Astronautica
ISS transit on sun: 109 KB; click on the image to enlarge at 1728x1152 pixels
L'International Space Station transita sul disco solare

La fotografia presentata in questa pagina non fu stata scattate da un nostro socio, ma da un valido astrofilo siculo-veneto: Liborio Ribaudo di Padova. Lo scorso 14 giugno 2009 di prima mattina, la Stazione Spaziale Internazionale (International Space Station-ISS) sarebbe prospetticamente transitata sul disco solare, per cui Liborio non perse questa ghiotta occasione per riprenderla. La grande stazione orbitale due settimane prima aveva ospitato ben sei astronauti di vari paesi (russi, americani, giapponesi, canadesi e europei), diventando per la prima volta veramente internazionale. Con l'ampliamento dello spazio abitativo e lavorativo e con l'aggiunta dei nuovi pannelli solari ora essa può ospitarne stabilmente tre, ma per brevi periodi anche sei, quando c' il cambio di turno tra le varie missioni (expedition).
Un fatto degno di nota per noi astrofili è che quando c'è un flare, dovuto alla riflessione della luce solare sui pannelli fotovoltaici, esso raggiunge anche la magnitudine -8 o -9, per cui la ISS diventa luminosa quanto la Luna di 4-5 giorni di fase! Questo comporta flash molto appariscenti, quanto i più luminosi flare dei satelliti Iridium.

Per maggiori informazioni leggete International Space Station.

Quest'immagine ha una dimensione di 838x600 pixel, è a 16,8 milioni di colori colori, per 10,6 MB qui compressi a 115 KB. Cliccando l'immagine la potrete ingrandire a 1612x1154 pixel. E' disponbile in archivio un'immagine meno compressa da 684 KB.

Digicam reflex: Canon EOS 350D
Telescopio inseguitore: Meade LX90; f/6,3
Conteggio fotogrammi: 1
Profondità: 24 bit

Gallery del Sole | Fotografia, ccd e ricerca | Articoli | Notiziari | Dizionario
Homepage
Copyright © 2009 di Lucio Furlanetto (testo) e Liborio Ribaudo (immagine)
Tutti i diritti sono riservati / All right reserved

Pagina inserita in rete: 16 giugno 2009; ultimo aggiornamento (1º): 20 gennaio 2012